Teatro e Benessere – LABORATORIO esperienziale 2019

teatro laboratorio completo

TEATRO E BENESSERE – Alla ricerca di Sé

Laboratorio di 12 incontri settimanali

 

QUESTO NON E’ UN NORMALE CORSO DI TEATRO…

Prendendo spunto dall’arte teatrale, è possibile fare un percorso per conoscersi meglio ed esplorare le proprie potenzialità espressive. Un laboratorio per chi vuole fare esperienza di Sé attraverso il gioco, l’improvvisazione, l’uso della maschera ed altre tecniche prese a prestito dal teatro. L’obiettivo non è la rappresentazione finale, ma il processo di crescita personale e di gruppo.

 

I 12 INCONTRI:

“Accoglienza e Presentazione”
Accoglienza e introduzione al percorso. Primo approccio al lavoro pratico: esercizi pre-espressivi e di socializzazione, rilassamento attivo, improvvisazione a coppie. Presentazione reciproca attraverso il gioco. Condivisione finale.

“Spontaneità”
Spontaneità è azione immediata senza la mediazione del pensiero cognitivo. Utilizzo del gioco come strumento, in parte regressivo, co la finalità di stimolare la dimensione ludica del singolo e la fiducia nel gruppo. Condivisione finale.

“Armonia”
Trovare un equilibrio fra idee e sentimenti,  produrre una composizione tra mente e corpo nella percezione dell’azione che si sta compiendo. Training fisico (equilibrio, disequilibro, movimento). Condivisione finale.

“Voce e Respiro”
Il suono interiore come ambito psicofisico. Approccio al lavoro vocale non strutturato: non conta il “come”  ma il piacere o il dispiacere di cantare la voce. Tecniche di rilassamento. Condivisione finale.

“Improvvisazione”
Aspetti pre-espressivi, espressivi e di educazione al movimento. Il processo dell’improvvisazione e l’attimo del cambiamento. Primo approccio al personaggio. Riflessione post-espressiva sulla forma-personaggio.

“Azione e Reazione”
Azione intesa come sequenza di movimenti strutturati e consapevoli intervallati da sats ma anche movimenti ai quali corrispondono reazioni psicofisiche che inducono una costruzione di azioni drammaturgiche. Micromovimenti, corpo parlato e corpo cantato. Training fisico e concentrazione.

“La Maschera”
Finzione e verità dell’attore, uso degli oggetti simbolici. Costruzione della maschera tramite materiali diversi per poi dare corpo e voce alla stessa. Condivisione post-espressiva.

“Sentimento e Ritualità”
Stimolazione dei sentimenti con immagini indotte o suggestioni ambientali e/o con l’uso di materiali propri delle artiterapie. Alla fine emerge l’interpretazione del personaggio, identificazione con qualcosa che mi appartiene, ma allo stesso tempo è altro-da-me. Condivisione finale.

“Forma”
Al centro è il teatro e  l’estetica; training e composizione degli elementi emersi negli incontri precedenti. Avendo come obiettivo la messa in scena di un percorso di suggestioni drammaturgiche e narrative.

“Forma 2”
Ripetizione degli elementi drammaturgici e precisazione dei movimenti corpo-voce.

“Transizione finale o Spettacolo”
Il laboratorio si apre e mostra al pubblico il risultato del processo. Ma…la messa in scena è essa stessa parte del processo.

“Analisi post-espressiva e Condivisione Finale”

 

Conduce Marina Beatini, attrice e conduttrice di laboratori di teatro sociale

 

QUANDO?

Dal 18 MARZO al 10 GIUGNO
ogni LUNEDI’, ore 20:45 – 22:45

N.B. Lunedì 11 MARZO Presentazione GRATUITA dell’intero percorso

 

Il corso si terrà a fronte di un numero minimo di partecipanti

È richiesta la prenotazione con pagamento anticipato ENTRO sabato 16 marzo.

Quota per i soci tesserati: 150
EARLY BIRD! quota tesserati 130 con iscrizione ENTRO L’11 MARZO

Tessera annuale 15

 

Per info e prenotazioni:
Piera
+39 338 1637291
animeattive@animeattive.life

Per pagamento tramite BONIFICO BANCARIO:
c/c anime attive
IBAN IT17V0311155210000000000808
– Nella causale specificare nome e data del corso ed eventuale quota per la tessera, se non si è già socio/a
– Inviare la ricevuta di bonifico all’indirizzo: animeattive@animeattive.life

PARCHEGGIO:
– all’interno del giardino dell’associazione, fino ad esaurimento posti
– in via Tito Speri sulla direttiva principale ma NON in quella parte di via interna e chiusa che conduce al cancello dell’associazione. E’ una zona molto tranquilla e ci teniamo che rimanga tale.
– in viale Sandro Pertini AMPIO PARCHEGGIO, a 400 mt dall’associazione (1 minuto a piedi)

N.B. Vi preghiamo di rispettare con grande attenzione l’accesso ai cancelli degli abitanti della via e di lasciare libero il passaggio.